7 aprile 2017

Solitario


oggi il cielo è puro
piange e canta
supplica e irride
si arruffa e si ubriaca
nell'acerbo mutamento
di questa primavera
prigioniera di una nuvola
stanca di orizzonti



                                               ©*Liolucy


4 commenti:

  1. è mutevole, inqueto, chiaro
    come la poetessa che lo canta

    RispondiElimina
  2. La stanchezza di orizzonti mi ha dolorosamente colpito: eppure prima e anche adesso il cielo è ampio e puro. Vivo da tempo un'esperienza simile e vederla così perfettamente descritta mi ha fatto una grande impressione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, il cielo è lì,
      ampio e puro
      anche se, in certi giorni,
      sembra accartocciarsi su se stesso..

      Elimina

GRAZIE DELLA VISITA
IL TUO PENSIERO SARA' PUBBLICATO APPENA POSSIBILE