1 marzo 2017

Implosione e Dissuasione













Non sapeva dove condurre le parole - forse sull'altalena dei ricordi -
e soppesava l'esigenza emozionale di fissare sul foglio ingiallito
la purezza intima della sua vita nella quale intravedeva una
coscienza multipla.
Una atemporalità sembrava scorrere nella sua mente
che tentava di disinnescare una solitudine opprimente e salda
pronta ad un'implosione senza scampo.
Ebbe l'impressione che la sua non fosse altro che una scoordinata
e pallida ricerca di un rifugio inutile,
e si dissuase dal tentativo di trovare una primavera del pensiero,
rinunciò a scoprire una nuova infanzia
in parole immobili e senza senso
che avrebbero sporcato uno spazio candido
in attesa di essere riempito.
Spense l'abat-jour
e lasciò che il buio la abbracciasse
così come faceva da sempre
quell'emozione mai dimenticata.



                              ©*Liolucy


4 commenti:

  1. altalena dei ricordi...rifugio inutile...primavera del pensiero...parole immobili... Quando le parole commuovono davvero! Grazie, Lucy!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il tuo commento emozionale
      parla di te,
      sensibilissimo Luigi..

      Elimina
  2. eppure, qualcuno avrebbe letto...sicuro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alcune parole scritte
      - le più preziose -
      per loro natura,sono destinate
      a rimanere nella stanza segreta
      del cuore.

      un abbraccio speciale a te,
      Grandioso Max..

      Elimina

GRAZIE DELLA VISITA
IL TUO PENSIERO VERRA' PUBBLICATO APPENA POSSIBILE