19 agosto 2015

Tormento


Non averti qui mi confonde l'anima
e mi fa sentire
irreale
I giorni precipitano in pozzi oscuri
dal sapore acre mentre
le notti danzano beffarde
tra riflessi di sogni invisibili
e fantasmi sgraziati
Vedo i miei passi innaturali
trasformarsi in
flebili impronte che si mescolano
al nulla insensato della mia esistenza
Forse quando sarò stanca
di portare il mio peso incerto
dimenticherò chi sono
e solo allora riuscirò a
dimenticare Te.

  

                                          ©*Liolucy



2 commenti:

  1. io in questa poesia molto bella,risento i toni di "lettera mai scritta"...a te il mio affetto Lucy

    RispondiElimina
  2. le fatiche del cuore sono le più pesanti, ma tu hai risorse per vincerle

    RispondiElimina

GRAZIE DELLA VISITA
IL TUO PENSIERO SARA' PUBBLICATO APPENA POSSIBILE