1 aprile 2015

Ipnosi

 











Socchiuse gli occhi
e, all'ombra del delirio, uno sguardo senza tregua attecchì nel suo profondo.
Le fragili ciglia erano lame di pensieri riflessi che ammiccavano alla sua follia 
avviluppata a spazio e sangue.
Annegò febbrilmente in un miraggio di cristallo, solitario ed evanescente, che
per un breve istante fu luna di fuoco
che addolcì il suo animo inquieto.
Il risveglio, impudente,
sorprese il lamento di un'isola spoglia e perduta. Un altro giorno dischiudeva il suo abbraccio oscuro,
mentre il vento stritolava
un flebile respiro madido di solitudine.




                                                                                                               ©*Liolucy
                                                                             
immagine web
 .........................................................................................................................................................................................

                                      un altro attimo un altro spazio  → FRAGILE

2 commenti:

  1. luna di fuoco

    è rimasta una piccola scottatura nel cuore

    RispondiElimina

GRAZIE DELLA VISITA
IL TUO PENSIERO VERRA' PUBBLICATO APPENA POSSIBILE